Continua la magra figura dell’Italia alle Olimpiadi

Le olimpiadi di Vancouver sono giunte al giro di boa. Jacques Rogge, presidente del CIO (Comitato Olimpico Internazionale) ha fatto il punto della situazione: ‘Purtroppo la morte di un atleta è qualcosa che non si può cancellare – ha premesso Rogge – e queste Olimpiadi saranno ricordate per sempre a causa della tragica scomparsa di Nodar (Kumaritashvili, ndr)’. Poi però ha aggiunto: ‘Quanto accaduto non può cancellare gli sforzi fatti dal comitato organizzatore. Il meteo ha creato qualche difficoltà, ma già dall’inizio di questa settimana tutto è andato per il meglio: gare di ottimo livello, pubblico entusiasta’. Positivo – a detta di Rogge – anche il seguito davanti alla tv: ‘L’audience è alta in tutto il mondo, possiamo essere soddisfatti’.

Continua la magra figura dell’Italia alle Olimpiadiultima modifica: 2010-02-22T10:50:10+01:00da sport066
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento